Archives for 

rimedi

Tecniche e rimedi per l’eiaculazione precoce

L’ si è visto essere un disturbo molto frequente e frustante gli uomini caratterizzato dal fatto che il paziente eiacula rapidamente durante un rapporto sessuale.

Alcuni hanno sostenuto che “la ragione cui l’eiaculatore non ha appreso a esercitare la continenza nell’ stia nel fatto che egli non è consapevole delle sensazioni che preludono l’orgasmo”.

L’ è il principale movente di questo comportamento inconsapevole, una distrazione permanente che esprime il desiderio della persona di porre fine quanto prima a quella sensazione di e inadeguatezza. Il corpo risponde a questa esigenza accelerando il processo e mettendo fine quanto prima al rapporto.

Tra le proposte per aiutare la risoluzione di questo problema vi è il sistema “stop-start”.

E’ una tecnica sessuale consigliata da molti sessuologi che ha l’obiettivo di permettere agli uomini di avere un rapporto sessuale più soddisfacente  cercando soprattutto di accantonare l’ansia, che abbiamo visto essere una delle principali di questo disturbo .

La tecnica dello “stop and start” prevede che l’uomo assuma una posizione sdraiata sulla schiena e la donna in posizione soprastante. Quando l’uomo si sente vicino al piacere in quel momento chiede di fermarsi e si ricomincia nel momento in cui lo stimolo eiaculatorio è cessato. Questo sistema deve essere ripetuto per quattro cinque volte di seguito. Dopo aver raggiunto un buon controllo con la stimolazione manuale si procede con la penetrazione, utilizzando anche lubrificanti. Si ricomincia con la stessa tecnica utilizzata di seguito per quattro cinque volte.

Una volta portati a termine una serie di esercizi “stop-start” si ripete lo stesso procedimento nella posizione del coito laterale.

Solitamente il paziente riesce ad ottenere un buon controllo eiaculatorio durante un periodo di tempo che va dalle due alle dieci settimane ed è consigliabile che in questo periodo la coppia compia un esercizio stop-start alla settimana.

Accanto a questa tecnica vi è quella della “compressione” sostenuta da Masters e Johnson ed è molto simile al metodo stop-start con un’unica differenza: la donna invece di arrestarsi comprime il pene sempre di più fino a far perdere buona parte dell’erezione e quando questa si ripresenta riprendere.

Chiama il: 3288848414

INVIA SUBITO UN MESSAGGIO

LEGGI IL CURRICULUM DEL DOTT. REGA

PSICOLOGO – PSICOTERAPEUTA ACERRA

Abbuffate notturne: una sindrome che viaggia tra tre disturbi

NES (Night eating syndrome) o meglio conosciuta come ricorrenza alle abbuffate notturne è un disagio che si colloca tra 3 tipi di disturbi. Il disturbo alimentare, il disturbo del sonno e il disturbo dell’umore. Sarà compito dello psicoterapeuta riuscire a comprendere su quale binario viaggia questo ricorrere alla soluzione delle abbuffate notturne. Disturbo del sonno. […] Continua a leggere →

Psicoterapia cognitivo comportamentale e insonnia

L’insonnia è un disturbo del sonno per il quale il soggetto ha difficoltà a dormire, si sveglia molte volte durante la notte e fatica a riprendere sonno con conseguenze che si ripercuotono sul corso della giornata perché ci si sente sempre affaticati, stanchi, con poca concentrazione e difficoltà a ricordare ed apprendere. Se perdura questo […] Continua a leggere →

Quando il sesso diventa ossessione

Capita spesso che il desiderio sessuale possa trasformarsi in una vera e propria ossessione, in cui il sesso non è più un profondo e benefico momento d’intimità col partner, ma diventa dipendenza, qualcosa che viene visto e vissuto come ESTREMAMENTE NECESSARIO. Se il sesso non è più un piacere ma un bisogno impellente e continuo […] Continua a leggere →

Una App per rilassarsi col proprio smartphone

Negli anni trenta il medico e psicofisiologo statunitense Edmund Jacobson ideò una tecnica di rilassamento basata sull’alternanza contrazione/rilascio di alcuni gruppi muscolari per aiutare coloro che soffrivano di ansia, stress e panico. Oggi questo famoso esercizio è disponibile come App da scaricare sul proprio smartphone Android. La voce di uno psicologo guiderà l’utente negli esercizi […] Continua a leggere →

Depressione: come riconoscerla e curarla con l’aiuto della psicoterapia

Come capire se si soffre di depressione Può capitare a tutti, qualche volta, di essere un po’ depressi, ma ciò non significa che tutti necessitano di un trattamento. Come si fa a capire se abbiamo bisogno o meno di un aiuto terapeutico? Non è patologico avere delle leggere fluttuazioni dell’umore. La tristezza, se non è […] Continua a leggere →