Archives for 

PSICOLOGO – PSICOTERAPEUTA Somma Vesuviana

Il DOC e la mia vita “perfetta”

funambolo_by_roweig-“Capita molto spesso che io perda qualcosa, anche di nessun valore. Immediatamente comincio a cercarla ovunque e la ricerca di quella cosa diventa per me di vitale importanza. Mi innervosisco perchè non la trovo ma ancor di più perchè non riesco a fare a meno di cercarla. Mentre la cerco mi sento disperata, nervosa, frustrata e mi viene da piangere perchè so benissimo che quasi sempre quella cosa non mi serve assolutamente a nulla! Ad esempio, se perdo una matita, so benissimo che posso usarne un’altra che già ho o comprarne una nuova, ma comunque io voglio trovare quella matita! E continuo a pensarci! Anche se cerco di fare altro, di uscire, di studiare, di pulire casa..continuo a pensarci! E quel pensiero mi distrugge! Vorrei avere la mente libera da pensieri inutili come quello e magari dedicarmi a cose più utili oppure rilassarmi come fanno tutte le persone che non hanno questo problema. Come facevo io quando non avevo il doc! La cosa più assurda è che, anche se trovo quella maledetta matita, la soddisfazione che provo nell’averla trovata non è così forte come il bisogno che avevo di cercarla! Cioè, neanche quando la trovo mi sento soddisfatta! Perchè le energie che ho speso per cercarla sono così tante che quando ho la matita tra le mani mi faccio pena: tanta fatica per un oggetto così insignificante..mi si palesa tutta l’assurdità della mia ..E comunque quel poco di soddisfazione, nel migliore dei casi, dura solo qualche minuto perchè, nel frattempo, ho perso qualcos’altro o mi metto a cercare qualcosa che ho  perso prima della matita e che non ho ancora scovato. E’ come se avessi in mente una lista di tutte le cose che perdo, lista che scannerizzo continuamente! Mi sento il cervello così stanco di pensare.. La mattina mi sveglio triste, spossata e con la , o meglio la certezza, di perdere qualcosa o di continuare a pensare a quello che ho perso ieri o due giorni fa o una settimana fa.. Così spesso non ho voglia di alzarmi dal letto..almeno se dormo non posso pensare, posso finalmente placare le mie ossessioni e le mie compulsioni.. Ma questa comunque non è la soluzione! Anzi! Se mi alzo a mezzogiorno aumenta il mio senso di inutilità e quindi la mia ..l’ mi fa scatenare le ossessioni e quindi le compulsioni.. Più sono in ansia, più perdo le cose..più perdo le cose, più voglio cercarle..più le cerco, più vado in ansia..è il gatto che si morde la coda e a me sembra di vivere in una trappola da cui non riesco ad uscire! Mi arrabbio perchè non riesco ad oppormi alla compusione! Proprio io che sono una persona razionale! Ma la mia mente non riesce ad imporsi su se stessa! Tutta questa situazione mi toglie la fiducia in me e nel mio futuro. E non intendo solo il futuro lavorativo, ma anche e soprattutto quello affettivo. Ho che questo problema non si risolva ed in questo stato non credo di potermi creare una famiglia. Una famiglia, dei figli sono le cose che ho sempre desiderato di più al mondo. Potrei anche diventare una manager di successo, ma se non dovessi avere figli non potrei mai sentirmi felice e realizzata. Il punto è che fin da piccola ho giurato a me stessa che non sarei stata una mamma nervosa come lo è stata mia mamma per me. Io voglio essere una mamma serena che ride e gioca con i suoi figli. E voglio essere una moglie serena che ride e gioca con suo marito. Ma oggi questo maledetto doc sta distruggendo tutti i miei sogni ed ho paura, tanta paura. Ciò che desidero di più al mondo oggi è risolvere questo problema. Svegliarmi la mattina senza la paura che qualche pensiero intrusivo ed ossessivo mi tormenti il cervello e la giornata. Questa non è vita! Mi fa rabbia! Mi fa rabbia avere un problema che non so come risolvere anche se ci provo in tutti i modi! Mi sento frustrata e mi faccio schifo! Mi sento sdoppiata in una parte del mio cervello che cerca disperatamente di non pensare alle cose che perde ed un’altra parte che invece disperatamente si ostina a pensarci e ad impormi di cercare, cercare, cercare.. Mi sembra di impazzire! E non posso parlarne con nessuno perchè so che nessuno capirebbe..Perchè io agli occhi degli altri sono sempre stata perfetta: educata, gentile, serena, simpatica, generosa, intelligente, la prima della classe..quella che sapeva sempre tutto! Tutti si aspettavano da me ed io, per avere un briciolo del loro , della loro approvazione, recitavo il mio copione! Copione che mi apparteneva così tanto che nemmeno io mi accorgevo che fosse solo un personaggio. Ma la vera me? Dove stava? E ora sono qui.. a trascorrere giornate che gli altri immaginano brillanti e serene in un inferno senza fine! Dentro le mura di casa mia mi dispero, ma fuori devo continuare a recitare il mio copione..di donna perfetta!”

Asia Vento

Chiama il: 3288848414

INVIA SUBITO UN MESSAGGIO

LEGGI IL CURRICULUM DEL DOTT. REGA

PSICOLOGO – PSICOTERAPEUTA ACERRA

Il vuoto d’amore

 Chiama il: 3288848414 INVIA SUBITO UN MESSAGGIO LEGGI IL CURRICULUM DEL DOTT. REGA PSICOLOGO – PSICOTERAPEUTA ACERRA Tags: COPPIA E SESSUALITA', DIPENDENZE Continua a leggere →

Il vuoto e la dipendenza affettiva

 Cari lettori, oggi ho scoperto un fantastico Blog che da tanti spunti di riflessione sulla nostra esistenzialità. Vi invito ad ascoltare questo video che trovate anche su youtube. Chiama il: 3288848414 INVIA SUBITO UN MESSAGGIO LEGGI IL CURRICULUM DEL DOTT. REGA PSICOLOGO – PSICOTERAPEUTA ACERRA Tags: COPPIA E SESSUALITA', DIPENDENZE Continua a leggere →

Il training autogeno si fa con Android.

Con il Training Autogeno si può raggiungere una maggiore armonia interiore. Il training autogeno si fa con Android. E’ da oggi disponibile un’applicazione che, attraverso una voce registrata ed una musica rilassante, guida l’utente in una sessione di training autogeto e, precisamente, nell’esercizio della “pesantezza”. Il Training Autogeno è una tecnica di rilassamento che consente […] Continua a leggere →

Quando il sesso diventa ossessione

Capita spesso che il desiderio sessuale possa trasformarsi in una vera e propria ossessione, in cui il sesso non è più un profondo e benefico momento d’intimità col partner, ma diventa dipendenza, qualcosa che viene visto e vissuto come ESTREMAMENTE NECESSARIO. Se il sesso non è più un piacere ma un bisogno impellente e continuo […] Continua a leggere →

Quando l’amore diventa ossessione. Come uscire dalla dipendenza affettiva.

La dipendenza affettiva può essere definita come un quadro patologico nel quale il rapporto di coppia, la relazione d’amore viene vissuta come condizione unica e necessaria per la propria vita ed esistenza. I soggetti che vivono questo tipo di dipendenza attribuiscono all’oggetto d’amore una importanza tale per cui sono disposti ad annullare il proprio sé, […] Continua a leggere →

Dipendenza da psicofarmaci: come superarla con l’aiuto di uno psicologo

La Dipendenza da Farmaci e Psicofarmaci è una seria forma di dipendenza psico-fisica provocata e tenuta attiva dall’assunzione ripetuta e quantitativamente eccessiva di Farmaci e Psicofarmaci. E’ bene chiarire che in commercio non vi sono medicinali che fanno solo bene ed altri che fanno solo male; è piuttosto l’uso (secondo tempi e modalità) che di […] Continua a leggere →

Quando la gelosia diventa patologia

Da cosa nasce la gelosia? Perché si è gelosi? Parliamo di gelosia nel senso comune, di solito siamo gelosi quando abbiamo paura di perdere qualcosa o qualcuno che per noia molto valore. Questa gelosia ci porta ad essere ansiosi, diventiamo sospettosi, abbiamo paura insomma, di perdere qualcosa. La gelosia è un sentimento naturale e da […] Continua a leggere →

Disturbo post-traumatico da stress

Il disturbo post-traumatico da stress (DPTS) può rappresentare una malattia estremamente invalidante. Spesso associata ai reduci di guerra, il DPTS può manifestarsi in chiunque abbia sperimentato un evento terrificante per il quale sia avvenuto, o abbia rischiato di accadere, un grave trauma fisico o mentale. Eventi traumatici che possono innescare il DPTS sono aggressioni personali […] Continua a leggere →

Depressione post-partum: come riconoscerla ed affrontarla

La depressione post-partum (dal latino “dopo il parto”) è una particolare forma di disturbo nervoso che colpisce alcune donne a partire dal 3° o 4° giorno seguente la gravidanza e che può avere una durata di diversi giorni, manifestandosi in qualche caso come depressione vera e propria, accompagnata da forme di psicosi. Oltre il 70% […] Continua a leggere →